Cosa facciamo

In 4 anni di attività, Mission Bambini ha finanziato 30 progetti di aiuto all'infanzia in difficoltà in 12 Paesi del mondo. Questi i principali progetti attivi:

  • Uganda: Can’t Wait to Learn

    Uganda: Can’t Wait to Learn

    Mission Bambini ha avviato a West Nile, in Uganda, un progetto di educazione per bambini e giovani con l’obiettivo di raggiungere un’educazione inclusiva e di qualità applicando il programma Can’t Wait to Learn ai centri del Programma Accelerato di Educazione, fino all’ottenimento del diploma di primo livello per 600 bambini rifugiati o delle comunità ospitanti del West Nile. Si tratta di una tecnologia per l'educazione innovativa che prevede la fornitura di materiali di supporto ai tablet del programma Can't wait to Learn, la distribuzione di tablet per 600 bambini e la formazione di 16 insegnanti e facilitatori sull'uso del programma. Mettere i bambini, i genitori e i futuri leader nelle condizioni di poter agire è vitale per portare cambiamento.

  • Uganda: Dr. Ambrosoli Memorial Hospital

    Uganda: Dr. Ambrosoli Memorial Hospital

    Terminata ormai più di dieci anni fa, la guerra civile che per vent’anni ha martoriato l’Uganda fa ancora sentire le sue conseguenze. Qui, nella città di Kalongo, Mission Bambini Switzerland sostiene il “Dr. Ambrosoli Memorial Hospital”, fondato nel 1957 da padre Giuseppe Ambrosoli, medico e missionario italiano. Grazie al sostegno della Fondazione, verrà riqualificato il reparto di pediatria, dove vengono ricoverati annualmente circa 4.000 bambini. Gli spazi verranno riorganizzati per rendere il servizio medico più efficiente e la degenza dei piccoli pazienti più confortevole.
  • Svizzera: Laboratorio di Robotica

    Svizzera: Laboratorio di Robotica

    Mission Bambini Switzerland nel solco dell’esperienza realizzata nel 2018 intende proseguire con le attività a sostegno dei bambini con bisogni educativi speciali e con particolari difficoltà di apprendimento attraverso le metodologie già testate e  basate sull’utilizzo della robotica, delle tecnologie e sui risultati degli studi e ricerche scientifiche internazionali più recenti Un’innovativa esperienza educativa, grazie alla quale i bambini e ragazzi coinvolti potranno: migliorare le loro competenze scolastiche di base, acquisire competenze scientifiche utili anche in ottica lavorativa, beneficiare di processi di effettiva integrazione e inclusione.

  • Bangladesh e India: Borse rosa

    Bangladesh e India: Borse rosa

    Attraverso Mission Bambini Switzerland è possibile attivare una “borsa rosa”: una borsa di studio per sostenere studentesse meritevoli o in condizioni di povertà nella fase finale del loro percorso di studi, aiutandole a raggiungere il diploma, una qualifica professionale o la laurea. Attualmente i Paesi dove è possibile attivare una borsa rosa sono Bangladesh e India. I donatori ricevono aggiornamenti periodici sui risultati raggiunti dalle ragazze, in modo da seguire, passo dopo passo, le fasi di questo importante cambiamento sociale.

  • Adozioni a distanza

    Adozioni a distanza

    Sono oltre 250 milioni i bambini nel mondo che non possono andare a scuola perché costretti a lavorare per sopravvivere in condizioni di sfruttamento e pericolo. Attraverso le adozioni a distanza Mission Bambini Switzerland contribuisce a sostenere percorsi di istruzione formale per i bambini che vivono nei Paesi più poveri. I fondi donati dai sostenitori svizzeri attraverso le adozioni a distanza vengono destinati da Mission Bambini Switzerland alla Fondazione italiana, che a sua volta provvede ad erogare i fondi alle organizzazioni locali che gestiscono i progetti di adozione a distanza nei Paesi più poveri.

  • Cuore di bimbi

    Cuore di bimbi

    Ogni anno nel mondo nascono 1 milione di bambini con una cardiopatia congenita, ma 800.000 rischiano di morire per mancanza di strutture ospedaliere e competenze. Attraverso il programma “Cuore di bimbi” Mission Bambini Switzerland interviene per salvare i bambini cardiopatici che nascono nei Paesi più poveri. La Fondazione contribuisce alla realizzazione di missioni di medici volontari o al sostegno ai reparti di cardiochirurgia pediatrica di ospedali locali nei seguenti Paesi: Brasile, Cambogia, Kenya, Romania, Zimbabwe.