Giordania: inaugurata scuola per i bambini rifugiati siriani

Giordania: inaugurata scuola per i bambini rifugiati siriani

In Giordania Mission Bambini Switzerland ha sostenuto la costruzione di una scuola per i bambini siriani rifugiati all'interno del campo profughi di Za’atari.

Il 3 maggio 2018 in Giordania, all’interno del campo profughi di Za’atari dove vivono circa 80.000 rifugiati siriani, Mission Bambini Switzerland ha inaugurato la nuova scuola “Re:Build school” per garantire l’accesso ad un’istruzione di qualità a 250 bambini rifugiati siriani che vivono nel campo.

“Siamo molto fieri di questa realizzazione - ha dichiarato Antonio Carbone, Consigliere di Mission Bambini Switzerland che ha partecipato personalmente alla cerimonia di inaugurazione. Ora il diritto allo studio diventa realtà anche per questi bambini siriani che vivono la drammatica situazione di rifugiati. Noi crediamo che solo dando ai bambini l’opportunità di studiare è possibile costruire un futuro di pace”.

Nel discorso di saluto tenuto davanti ai rappresentanti del Ministero dell’Istruzione, della Direzione Generale Rifugiati Siriani e degli altri partner, Antonio Carbone ha voluto condividere il messaggio di alcuni tra i principali donatori che attraverso Mission Bambini Switzerland hanno reso possibile il progetto: la famiglia Pescali e IMAGO Art Gallery. “Viviamo in un mondo in cui le disuguaglianze e le sofferenze da esse provocate - ha dichiarato Carbone - sembrano spesso avere il sopravvento. L’Arte, che è capace di catturare i gesti di bontà e che sa esprimersi con la stessa purezza di cuore di un bambino, ha anche il compito di non farci dimenticare chi soffre, in particolar modo i più piccoli. Per proteggere i sogni e le emozioni di chi è più vulnerabile, anche attraverso l’istruzione”.

All’interno del campo profughi di Za’atari sono già state costruire scuole simili: quella di Mission Bambini Switzerland ha una superficie di 256 metri quadrati ed è localizzata nel Distretto 8, dove meno del 10% dei bambini tra i 6 e i 17 anni è iscritto a scuola. La “Re:Build school” di Mission Bambini Switzerland sarà frequentata da gruppi di 20 bambini per classe su 2 o 3 turni giornalieri, per complessivi 160 bambini al giorno. Nell’arco di un anno saranno coinvolti 250 bambini. La struttura - che ha una durata stimata fino a 30 anni, contro i 4 anni dei container solitamente usati in queste circostanze - per modalità di costruzione e materiali impiegati garantisce inoltre un ambiente confortevole, assicurando all’interno una ventilazione e una temperatura adeguati.

Mission Bambini Switzerland ringrazia tutti i partner che hanno reso possibile la realizzazione del progetto: Building Peace Foundation che ha costruito materialmente la struttura, Relief International-Jordan che assicurerà la continuità delle attività didattiche anche grazie al supporto di UNICEF, il Ministero dell’Istruzione giordano.